Grand Ethiopian Renaissance Dam

La prima diga di ritenuta sul Nilo Blu

Centrali idroelettriche

Inizio lavori

Dicembre 2010

Stato di avanzamento

84%

Dati aggiornati a settembre 2021

Bameza, Etiopia
SDG Obiettivi di sviluppo sostenibile
Energia pulita e accessibile Energia pulita e accessibile
Lotta contro i cambiamenti climatici Lotta contro i cambiamenti climatici

Il progetto è situato a circa 700 Km a nord ovest della capitale Addis Abeba, nella regione di Benishangul – Gumaz lungo il Nilo Azzurro. Al termine dei lavori Grand Ethiopian Renaissance Dam sarà la diga più grande d’Africa: lunga 1.800 m, alta 170 m.

La diga principale del progetto GERD, con i suoi 10.7 milioni di m³ di RCC, ha un volume due volte maggiore della più grande diga di tale tipo fino ad oggi costruita o in costruzione. Inoltre la rappresenta la prima diga di ritenuta sul Nilo Blu.

Il progetto prevede la costruzione di una diga principale in calcestruzzo rullato compattato (RCC), con 2 centrali elettriche installate ai piedi della diga. Le centrali sono posizionate sulla sponda destra e sinistra del fiume e si compongono di 13 turbine Francis, con una potenza installata complessiva di 5.150 MW ed una produzione prevista di 15.000 Gwh/anno.

Completano il progetto uno sfioratore in calcestruzzo della capacità di 15.000 m3/s e una diga di sella in rockfill entrambi posizionati sulla riva sinistra del Nilo, una sottostazione da 500 kV ed opere accessorie. La diga ausiliaria è lunga 5 km e alta 50 m, del volume complessivo di 17 milioni di m³.

Un volta ultimato, il progetto consentirà una riduzione annua di 893.400 tonnellate nelle emissioni di  CO2.

Cliente: Ethiopian Electric Power

Il cantiere in numeri

Volume diga principale (m3)

10.700.000

Scavi (m3)

3.500.000

Volume diga ausiliaria (m3)

17.000.000