Galleria di Base del Brennero: 1.000 aziende al lavoro

Al centro della nuova linea ferroviaria del Brennero il tunnel ferroviario più lungo del mondo

918 imprese che da tutta Italia sono impegnate nel lotto “Sottoattraversamento Isarco”

Le imprese del Nord al lavoro, il 30% con sede in Trentino Alto Adige

717

Le aziende del lotto “Sottoattraverso Isarco” provenienti dal Centro Italia

134

I fornitori con sede nel Sud Italia impegnati nei lavori del lotto

43

Quasi 1.000 aziende al lavoro con Webuild nella sezione chiave del tunnel ferroviario più lungo del mondo

 

Sono 918 le imprese, tra fornitori e subfornitori, che supportano il Gruppo Webuild all’interno del Consorzio Isarco, istituito per portare a termine parte dei lavori di realizzazione della Galleria di Base del Brennero.

Il 97% delle aziende impegnate nel lotto “Sottoattraversamento Isarco” ha sede in Italia, e una provenienza soprattutto dal Nord del Paese (da dove vengono 717 imprese), seguito dal Centro (134) e dal Sud (43). La regione più rappresentata è anche quella maggiormente interessata dall’opera: il Trentino Alto Adige, dove ha sede circa il 30% dei fornitori, pari a 287 aziende, seguito dalla Lombardia.

Sono questi solo alcuni dei numeri che raccontano la costruzione della Galleria di Base del Brennero, il tunnel ferroviario lungo 55 chilometri che – se considerato anche l’anello di Innsbruck che porta verso Monaco – una volta terminata sarà il tunnel ferroviario sotterraneo più lungo del mondo (64 chilometri).

A questa grande opera partecipa il consorzio Isarco Scarl (guidato da Webuild e di cui fanno parte Strabag, Collini Lavori e Consorzio Integra). Insieme a Webuild, le aziende che rappresentano alcune delle più significative eccellenze italiane nel settore delle grandi opere.

In tutto quasi mille aziende e oltre 1.400 persone al lavoro nei cantieri del lotto, dove tra qualche anno passeranno sia i treni merci che i convogli destinati al trasporto passeggeri.

Sempre nella costruzione del Tunnel di Base del Brennero, Webuild è anche impegnata nella costruzione del lotto Tulfes-Pfons, l’ultima tratta Nord, quella che conduce fino a Innsbruck passando attraverso 37 chilometri di gallerie, e del mega-lotto Mules 2-3, che prevede la realizzazione di 64 km di gallerie e l’estrazione di più di 6 milioni di metri cubi di materiale di scavo.