Brenner Base Tunnel “Tulfes-Pfons” section

L’elemento centrale della nuova linea ferroviaria che collegherà Monaco di Baviera a Verona

Ferrovie Alta Velocità

Inizio lavori

Settembre 2014

Stato di avanzamento

99%

Dati aggiornati a maggio 2021

Pfons, Austria
SDG Obiettivi di sviluppo sostenibile
Industria Innovazione e Infrastrutture Industria Innovazione e Infrastrutture
Lotta contro i cambiamenti climatici Lotta contro i cambiamenti climatici

La Galleria di Base del Brennero rappresenta l’elemento centrale della nuova linea ferroviaria che collegherà Monaco di Baviera a Verona, un’opera all’avanguardia che migliorerà le possibilità di trasporto nel cuore dell’Europa.

Il lotto “Tulfes – Pfons” è localizzato ad Innsbruck nella parte Nord della Galleria ed è caratterizzato principalmente dallo scavo di 42,43 Km di galleria, ripartiti in 15,08 km di scavo meccanizzato e 27,35 km di scavo in tradizionale secondo il Nuovo Metodo Austriaco.

Il progetto consiste nell’esecuzione delle opere civili in sotterraneo per un importante tratto del cunicolo esplorativo (15,08 km circa con TBM), per il cunicolo di soccorso della circonvallazione di Innsbruck e per due gallerie di interconnessione, oltre alla stazione di emergenza di Innsbruck.

Una volta completata, la Galleria di​ Base del Brennero rappresenterà il collegamento ferroviario sotterraneo più lungo del mondo.​

Il cantiere in numeri

Cunicolo di soccorso (m)

9.132

Prolungamento del cunicolo (km)

15.08

Gallerie (km)

42,4

Sostenibilità

Benefici e vantaggi

Emissioni di Co2 evitate all'anno

466.295 t

Passeggeri attesi all’anno

1.504.344

Riduzione dei tempi di percorrenza

69%

Innovazione

Le opere costituiscono un lotto del Tunnel di Base del Brennero, il più lungo tunnel ferroviario al mondo (due canne principali più una di servizio da 55 km ciascuna). La costruzione del lotto Tulfes Pfons, oltre a prevedere l’utilizzo di una TBM dotata di sistemi di monitoraggio e controllo di assoluta avanguardia tecnologica, prevede la costruzione di un cunicolo di soccorso di 9,684 km lungo la circonvallazione ferroviaria esistente di Innsbruck, adeguando quindi questa galleria in esercizio alle più recenti norme di sicurezza ferroviaria; questi sistemi di monitoraggio rielaborano le immagini catturate da fotocamere industriali collocate in testa durante lo scavo, restituendo immagini 2D e 3D del fronte a supporto degli studi geologici, senza dover interrompere l’avanzamento della TBM.

Per la logistica della TBM ed il trasporto del relativo personale si è scelto di optare per dei Multi Service Vehicle (MSV) in variante al progetto iniziale (treni su rotaia): questi mezzi rappresentano una ottimizzazione in relazione alla geometria dei cunicoli di accesso ed ai ridotti spazi a disposizione sulle aree esterne di accantieramento.

Multimedia